IDEAS home Printed from https://ideas.repec.org/p/cca/wplabo/25.html
   My bibliography  Save this paper

Tra lavoro dipendente e lavoro parasubordinato: chi sono, da dove vengono e dove vanno i lavoratori parasubordinati

Author

Listed:
  • Fabio Berton
  • Lia Pacelli
  • Giovanna Segre

Abstract

Nell’ultimo decennio vi è stata una vasta diffusione di forme atipiche di lavoro. In questo contesto, nel nostro paese hanno visto larga diffusione i contratti di collaborazione coordinata e continuativa. Essi presentano tutti i requisiti per affiancare un più tradizionale rapporto a tempo indeterminato nelle sue fasi di transizione. Tuttavia, se, invece di affiancare i contratti tipici nelle fasi di transizione, i contratti di collaborazione si sostituissero stabilmente ad essi, allora potrebbe venirsi a creare un segmento di occupati a rischio di esclusione sociale. Le domande a cui è oggi di fondamentale importanza dare una risposta riguardano quindi l’evoluzione della carriera di questi individui. Primo obiettivo di questo studio è quello di identificare, all’interno del mondo dei collaboratori, chi sono i soggetti a rischio, per poi coglierne l’evoluzione della carriera. A tale scopo si utilizza una banca dati unica nel suo genere: un campione dell’archivio INPS dei parasubordinati, individuale e longitudinale, che può essere legato ad altri archivi INPS (in particolare a quello dei dipendenti) e che copre il periodo più lungo al momento disponibile, ovvero dall’istituzione della gestione separata al 1999. Nella gestione separata dell’INPS confluiscono due gruppi di lavoratori molto diversi fra loro: da un lato individui con elevate qualifiche, e/o con anche un altro – più tipico – impiego, che godono in sintesi di una buona posizione sul mercato del lavoro; dall’altro i parasubordinati. Le caratteristiche dei parasubordinati in senso stretto sono in netto contrasto con quelle degli altri collaboratori: sono giovani, ricevono compensi annui bassi e sono in maggioranza donne, svolgono attività che non richiedono qualifiche elevate (per esempio vendite a domicilio, estetiste, marketing e pubblicità); la loro presenza nelle regioni del Sud è ancora scarsa e si accompagna ad una elevata mobilità territoriale dei soggetti nati in queste aree. La nostra analisi longitudinale fa emergere che l’attuale stock di parasubordinati è entrato nella gestione separata molto gradualmente nel tempo. La probabilità che nel breve periodo questi lavoratori passino ad un contratto di lavoro dipendente è più elevata per i soggetti giovani e che ricevono compensi modesti, e per i lavoratori che si muovono sul territorio; la probabilità di effettuare il passaggio inverso rimane più elevata per i soggetti che ricevono redditi minori, e mostra un andamento a campana in relazione all’età. In generale, infine, la parasubordinazione appare, soprattutto per le donne, una alternativa al lavoro part – time.

Suggested Citation

  • Fabio Berton & Lia Pacelli & Giovanna Segre, 2003. "Tra lavoro dipendente e lavoro parasubordinato: chi sono, da dove vengono e dove vanno i lavoratori parasubordinati," LABORatorio R. Revelli Working Papers Series 25, LABORatorio R. Revelli, Centre for Employment Studies.
  • Handle: RePEc:cca:wplabo:25
    as

    Download full text from publisher

    File URL: http://www.laboratoriorevelli.it/_pdf/wp25.pdf
    Download Restriction: no

    Citations

    Citations are extracted by the CitEc Project, subscribe to its RSS feed for this item.
    as


    Cited by:

    1. Böheim, Rene & Muehlberger, Ulrike, 2006. "Dependent Forms of Self-employment in the UK. Identifying Workers on the Border between Employment and Self-Employment," Department of Economics Working Paper Series 604, WU Vienna University of Economics and Business.

    More about this item

    JEL classification:

    • J22 - Labor and Demographic Economics - - Demand and Supply of Labor - - - Time Allocation and Labor Supply
    • J31 - Labor and Demographic Economics - - Wages, Compensation, and Labor Costs - - - Wage Level and Structure; Wage Differentials

    Statistics

    Access and download statistics

    Corrections

    All material on this site has been provided by the respective publishers and authors. You can help correct errors and omissions. When requesting a correction, please mention this item's handle: RePEc:cca:wplabo:25. See general information about how to correct material in RePEc.

    For technical questions regarding this item, or to correct its authors, title, abstract, bibliographic or download information, contact: (Giovanni Bert). General contact details of provider: http://edirc.repec.org/data/fccaait.html .

    If you have authored this item and are not yet registered with RePEc, we encourage you to do it here. This allows to link your profile to this item. It also allows you to accept potential citations to this item that we are uncertain about.

    We have no references for this item. You can help adding them by using this form .

    If you know of missing items citing this one, you can help us creating those links by adding the relevant references in the same way as above, for each refering item. If you are a registered author of this item, you may also want to check the "citations" tab in your RePEc Author Service profile, as there may be some citations waiting for confirmation.

    Please note that corrections may take a couple of weeks to filter through the various RePEc services.

    IDEAS is a RePEc service hosted by the Research Division of the Federal Reserve Bank of St. Louis . RePEc uses bibliographic data supplied by the respective publishers.