IDEAS home Printed from https://ideas.repec.org/a/mul/jrkmxm/doi10.1410-14680y2004i2p145-174.html
   My bibliography  Save this article

Textile production in Italy's regions, 1861-1913

Author

Listed:
  • Stefano Fenoaltea

Abstract

Le stime regionali preliminari presentate altrove disaggregavano direttamente la produzione tessile complessiva, nei soli anni censuari e in base alla sola forza lavoro. Le nuove stime sono ottenute ripartendo tra le diverse regioni serie disaggregate per fibra e stadio di lavorazione; le quote regionali delle serie elementari sono stimate direttamente dalla distribuzione dei macchinari e della forza lavoro in diversi anni campione, e estrapolate all'intero periodo 1861-1913. Le nuove stime tengono pertanto conto del diverso valore aggiunto per addetto, notevolmente più alto della media nell'industria del cotone e della lana. Rispetto ai risultati preliminari con le nuove stime aumentano le quote attribuite nel 1911 al Piemonte, alla Lombardia, e al Veneto, esasperando la concentrazione finale dell'industria nelle regioni subalpine. Le quote attribuite a queste tre regioni nel 1871 aumentano però ancora di più, specie nel caso del Piemonte e del Veneto. Ne risulta innanzitutto una riduzione dei relativi tassi di crescita; e questo implica che almeno in questo caso le stime preliminari tendevano a sovrastimare (e non a sottostimare, come si poteva sospettare) la differenziazione regionale nei decenni considerati. Le serie storiche non sembrano illustrare l'esasperazione di vantaggi preesistenti. Da un lato, infatti, perde notevolmente terreno la Campania, malgrado la forte posizione iniziale; dall'altro, la crescita relativa delle industrie tessili settentrionali è dovuta massimamente non al progresso dei loro settori inizialmente dominanti ma allo sviluppo strepitoso del settore cotoniero, relativamente nuovo. Le radici del successo relativo delle tre regioni subalpine sembrano non storiche ma ambientali. Nel cinquantennio post-unitario i settori tessili più dinamici sono stati quelli che prima e meglio degli altri si sono prestati alla lavorazione meccanica; ma le macchine non ammettevano sospensioni stagionali, e le fabbriche si sono concentrate dove l'acqua abbondava anche nei mesi estivi, ai piedi delle Alpi. Le nuove stime confermerebbero pertanto l'ipotesi suggerita dalle stime preliminari, che lo sviluppo relativo del Nord sia stato legato appunto alla diffusione delle fabbriche, e ai suoi vantaggi comparati nella produzione meccanica.

Suggested Citation

  • Stefano Fenoaltea, 2004. "Textile production in Italy's regions, 1861-1913," Rivista di storia economica, Società editrice il Mulino, issue 2, pages 145-174.
  • Handle: RePEc:mul:jrkmxm:doi:10.1410/14680:y:2004:i:2:p:145-174
    as

    Download full text from publisher

    File URL: https://www.rivisteweb.it/download/article/10.1410/14680
    Download Restriction: Access to full text is restricted to subscribers

    File URL: https://www.rivisteweb.it/doi/10.1410/14680
    Download Restriction: no

    As the access to this document is restricted, you may want to search for a different version of it.

    Citations

    Citations are extracted by the CitEc Project, subscribe to its RSS feed for this item.
    as


    Cited by:

    1. Felice, Emanuele, 2014. "Il Mezzogiorno fra storia e pubblicistica. Una replica a Daniele e Malanima
      [Southern Italy between history and journalistic books. A reply to Daniele and Malanima]
      ," MPRA Paper 55830, University Library of Munich, Germany.
    2. Emanuele Felice, 2015. "La stima e l’interpretazione dei divari regionali nel lungo periodo: i risultati principali e alcune tracce di ricerca," SCIENZE REGIONALI, FrancoAngeli Editore, vol. 2015(3), pages 91-120.
    3. Emanuele Felice, 2013. "Regional income inequality in Italy in the long run (1871–2001). Patterns and determinants," UHE Working papers 2013_08, Universitat Autònoma de Barcelona, Departament d'Economia i Història Econòmica, Unitat d'Història Econòmica.
    4. Emanuele Felice, 2011. "The Rule and the Exception: Italy’s Regional Imbalances (1891-2001) through a Shift-Share Analysis," QA - Rivista dell'Associazione Rossi-Doria, Associazione Rossi Doria, issue 4, December.
    5. Felice, Emanuele, 2009. "Estimating regional GDP in Italy (1871-2001): sources, methodology and results," IFCS - Working Papers in Economic History.WH wp09-07, Universidad Carlos III de Madrid. Instituto Figuerola.
    6. Carlo Ciccarelli & Tommaso Proietti, 2013. "Patterns of industrial specialisation in post-Unification Italy," Scandinavian Economic History Review, Taylor & Francis Journals, vol. 61(3), pages 259-286, November.

    More about this item

    Statistics

    Access and download statistics

    Corrections

    All material on this site has been provided by the respective publishers and authors. You can help correct errors and omissions. When requesting a correction, please mention this item's handle: RePEc:mul:jrkmxm:doi:10.1410/14680:y:2004:i:2:p:145-174. See general information about how to correct material in RePEc.

    For technical questions regarding this item, or to correct its authors, title, abstract, bibliographic or download information, contact: (). General contact details of provider: https://www.rivisteweb.it/ .

    If you have authored this item and are not yet registered with RePEc, we encourage you to do it here. This allows to link your profile to this item. It also allows you to accept potential citations to this item that we are uncertain about.

    We have no references for this item. You can help adding them by using this form .

    If you know of missing items citing this one, you can help us creating those links by adding the relevant references in the same way as above, for each refering item. If you are a registered author of this item, you may also want to check the "citations" tab in your RePEc Author Service profile, as there may be some citations waiting for confirmation.

    Please note that corrections may take a couple of weeks to filter through the various RePEc services.

    IDEAS is a RePEc service hosted by the Research Division of the Federal Reserve Bank of St. Louis . RePEc uses bibliographic data supplied by the respective publishers.