IDEAS home Printed from https://ideas.repec.org/a/fan/restre/vhtml10.3280-rest2010-002004.html
   My bibliography  Save this article

La stima delle determinanti strutturali del tasso di irregolarità del lavoro in Italia: un'analisi settoriale

Author

Listed:
  • Riccardo Achilli
  • Gioacchino de Candia

Abstract

L’articolo presenta un’analisi sulle motivazioni del ricorso al lavoro irregolare nei vari comparti produttivi, nei quali è stata suddivisa l’economia del sistema Italia dal 1981 al 2004. Dopo una rapida rassegna delle principali teorie esplicative del fenomeno del sommerso, la prima parte illustra i risultati della stima di un modello econometrico cross-section, relativo ad alcune cause strutturali dei differenziali nel tasso di irregolarità del lavoro riscontrabili nei vari settori produttivi dell’economia italiana nel periodo 1981-2004. Nella seconda parte l’analisi viene sviscerata per i comparti economici considerati (agricoltura, manifatturiero, costruzioni, commercio e servizi) ponderando le variabili inserite nel modello, al fine di comprendere al meglio le determinanti del lavoro irregolare nei suddetti settori. L’analisi mostra chiaramente come il fenomeno del lavoro irregolare non sia tanto da ricercare in un’eccessiva esosità fiscale e previdenziale, quanto nella difficoltà da parte delle imprese a essere pienamente concorrenziali sul mercato, con particolar riferimento alla difficoltà, nei settori dove il sommerso è più diffuso, a implementare modelli competitivi basati su qualità e innovazione (che richiedono un capitale umano specializzato e qualificato, difficilmente reclutabile in forme irregolari o informali). Nei settori ad alta intensità di sommerso, le imprese eccedono nella ricerca di soluzioni competitive povere, basate sul contenimento dei costi (e in primis del costo del lavoro rispetto alla sua produttività). La presenza di mercati del lavoro settoriali basati su ampie fasce di precarietà, specie nelle fasce meno qualificate della forza lavoro, è coerente con tale impostazione minimalista alla competitività, ma un’ampia diffusione del precariato sembra associarsi fortemente a una diffusa presenza di lavoro nero. Inoltre, dall’analisi prospettata emerge una forte differenziazione del fenomeno del lavoro irregolare nei comparti principali del sistema economico nazionale. Tuttavia, si evidenzia anche il fil rouge del lavoro irregolare valido per tutti i settori economici: la despecializzazione. La questione del contrasto all’economia irregolare è quindi eminentemente di tipo sistemico, va affrontata con leve che non possono essere meramente di tipo agevolativo (come invece hanno cercato di fare i principali strumenti di contrasto al nero in Italia, vedi i contratti di riallineamento, con risultati molto modesti in termini di riemersione) ma che impattano su aspetti strutturali della competitività dei nostri poli produttivi, del funzionamento del mercato del lavoro e del sistema dell’istruzione e della formazione del capitale umano.

Suggested Citation

  • Riccardo Achilli & Gioacchino de Candia, 2010. "La stima delle determinanti strutturali del tasso di irregolarità del lavoro in Italia: un'analisi settoriale," RIVISTA DI ECONOMIA E STATISTICA DEL TERRITORIO, FrancoAngeli Editore, vol. 2010(2), pages 70-102.
  • Handle: RePEc:fan:restre:v:html10.3280/rest2010-002004
    as

    Download full text from publisher

    File URL: http://www.francoangeli.it/riviste/Scheda_Rivista.aspx?IDArticolo=39581&Tipo=ArticoloPDF
    Download Restriction: Single articles can be downloaded buying download credits, for info: http://www.francoangeli.it/riviste/inglese_download_credit.asp

    As the access to this document is restricted, you may want to search for a different version of it.

    Citations

    Citations are extracted by the CitEc Project, subscribe to its RSS feed for this item.
    as


    Cited by:

    1. Maria Arezzo, 2014. "Social Capital and Undeclared Work: An Empirical Analysis in Italy from 1998 to 2008," Social Indicators Research: An International and Interdisciplinary Journal for Quality-of-Life Measurement, Springer, vol. 118(2), pages 695-709, September.

    More about this item

    Keywords

    Economia irregolare; dati panel; cross-section; mercato del lavoro; competitività.;

    JEL classification:

    • C23 - Mathematical and Quantitative Methods - - Single Equation Models; Single Variables - - - Models with Panel Data; Spatio-temporal Models
    • O17 - Economic Development, Innovation, Technological Change, and Growth - - Economic Development - - - Formal and Informal Sectors; Shadow Economy; Institutional Arrangements
    • J63 - Labor and Demographic Economics - - Mobility, Unemployment, Vacancies, and Immigrant Workers - - - Turnover; Vacancies; Layoffs

    Statistics

    Access and download statistics

    Corrections

    All material on this site has been provided by the respective publishers and authors. You can help correct errors and omissions. When requesting a correction, please mention this item's handle: RePEc:fan:restre:v:html10.3280/rest2010-002004. See general information about how to correct material in RePEc.

    For technical questions regarding this item, or to correct its authors, title, abstract, bibliographic or download information, contact: (Angelo Ventriglia). General contact details of provider: http://www.francoangeli.it/riviste/sommario.asp?IDRivista=142 .

    If you have authored this item and are not yet registered with RePEc, we encourage you to do it here. This allows to link your profile to this item. It also allows you to accept potential citations to this item that we are uncertain about.

    We have no references for this item. You can help adding them by using this form .

    If you know of missing items citing this one, you can help us creating those links by adding the relevant references in the same way as above, for each refering item. If you are a registered author of this item, you may also want to check the "citations" tab in your RePEc Author Service profile, as there may be some citations waiting for confirmation.

    Please note that corrections may take a couple of weeks to filter through the various RePEc services.

    IDEAS is a RePEc service hosted by the Research Division of the Federal Reserve Bank of St. Louis . RePEc uses bibliographic data supplied by the respective publishers.