IDEAS home Printed from https://ideas.repec.org/
MyIDEAS: Log in (now much improved!) to save this paper

Il sistema informativo socio-sanitario e il supporto all'attività di programmazione

Listed author(s):
  • Paolo Bosi

    ()

  • Marilena Lorenzini

    ()

  • Alice Scagliarini

    ()

  • Fabrizia Paltrinieri

    ()

  • Chiara Lambertini

    ()

  • Francesco Bertoni

    ()

Registered author(s):

    Il contesto di crisi economica internazionale, che ha imposto politiche nazionali restrittive e conseguenti cospicui tagli ai fondi statali per le politiche sociali, determina a livello locale una forte necessità di conseguire un elevato livello di efficienza nell'utilizzo delle risorse. Il conseguimento dell'efficienza è possibile unicamente attraverso l'analisi dei servizi offerti al cittadino. In questo senso, un ruolo cruciale è svolto dal sistema informativo, che permette di conoscere le caratteristiche dell'utenza in carico e verificare, pertanto, l'appropriatezza degli interventi erogati rispetto ai bisogni della popolazione. La Regione Emilia Romagna da lungo tempo ha posto tra le proprie priorità la realizzazione del sistema informativo: ai sensi dell'articolo 28 della LR 2/2003, esso “...assicura la disponibilità dei dati significativi relativi allo stato dei servizi ed all'analisi dei bisogni. Il sistema informativo è finalizzato alla programmazione delle politiche sociali, ad un corretto utilizzo delle risorse...”. A livello locale, nel territorio bolognese tale necessità si era manifestata anni prima, già nel 1997, attraverso il sistema informativo/gestionale GARSIA, realizzato nella AUSL di Bologna Nord e poi, a seguito dell'unificazione delle Aziende sanitarie del territorio bolognese, esteso anche agli altri distretti. La rete GARSIA al momento connette tra loro 60 comuni (di cui 50 dell'Area metropolitana di Bologna e 10 del Nuovo Circondario Imolese), 6 distretti socio-sanitari dell'Azienda USL di Bologna, un distretto socio-sanitario dell'Azienda USL di Imola. Per quanto riguarda la rete dei servizi sanitari e socio-sanitari dell'area metropolitana di Bologna, GARSIA connette, ai distretti e ai comuni: 106 strutture per anziani, 14 lungodegenze accreditate, due reparti di riabilitazione estensiva ed intensiva accreditati, 84 reparti ospedalieri dell'AUSL di Bologna, 20 reparti dell'Azienda Ospedaliera S.Orsola-Malpighi, 14 reparti dell'Istituto Ortopedico Rizzoli. Entro il 2013 essa sarà ulteriormente estesa a circa un centinaio di strutture e servizi per disabili e a tutta l'attività di presa in carico e valutazione dell'area minori. L'informatizzazione, dunque, risulta completamente a regime per l'area anziani. Il sistema gestisce anche le dimissioni protette, nella logica della continuità assistenziale tra i servizi ospedalieri e quelli del territorio. La ricchezza del sistema informativo che di seguito si descriverà permette di ottenere informazioni aggiornate in tempo reale utili alla realizzazione di una programmazione dei servizi socio-sanitari allargata, effettuata su base metropolitana. Le informazioni disponibili permettono di effettuare analisi di benchmarking relative all'efficacia e all'efficienza dei servizi, analisi relative ai bisogni espressi e alla domanda non soddisfatta e, di conseguenza, permettono al decisore politico di poter effettuare scelte consapevoli, basate su dati aggiornati. Il presente lavoro ha, pertanto, l'obiettivo di descrivere le caratteristiche del sistema informativo realizzato nel territorio bolognese, evidenziando il percorso seguito – caratterizzato da un forte coinvolgimento degli operatori – e sottolineandone l'utilizzo ai fini della programmazione dei servizi. In dettaglio, nel paragrafo 1 si descrive il modello di governance all'interno del quale è stata possibile la realizzazione del sistema informativo. Dopo la descrizione delle

    If you experience problems downloading a file, check if you have the proper application to view it first. In case of further problems read the IDEAS help page. Note that these files are not on the IDEAS site. Please be patient as the files may be large.

    File URL: http://155.185.68.2/campusone/web_dep/CappPaper/Capp_p100.pdf
    Download Restriction: no

    Paper provided by Universita di Modena e Reggio Emilia, Dipartimento di Economia "Marco Biagi" in its series Center for the Analysis of Public Policies (CAPP) with number 0100.

    as
    in new window

    Length: pages 31
    Date of creation: Sep 2012
    Handle: RePEc:mod:cappmo:0100
    Contact details of provider: Web page: http://www.capp.unimore.it

    More information through EDIRC

    No references listed on IDEAS
    You can help add them by filling out this form.

    This item is not listed on Wikipedia, on a reading list or among the top items on IDEAS.

    When requesting a correction, please mention this item's handle: RePEc:mod:cappmo:0100. See general information about how to correct material in RePEc.

    For technical questions regarding this item, or to correct its authors, title, abstract, bibliographic or download information, contact: (Sara Colombini)

    If you have authored this item and are not yet registered with RePEc, we encourage you to do it here. This allows to link your profile to this item. It also allows you to accept potential citations to this item that we are uncertain about.

    If references are entirely missing, you can add them using this form.

    If the full references list an item that is present in RePEc, but the system did not link to it, you can help with this form.

    If you know of missing items citing this one, you can help us creating those links by adding the relevant references in the same way as above, for each refering item. If you are a registered author of this item, you may also want to check the "citations" tab in your profile, as there may be some citations waiting for confirmation.

    Please note that corrections may take a couple of weeks to filter through the various RePEc services.

    This information is provided to you by IDEAS at the Research Division of the Federal Reserve Bank of St. Louis using RePEc data.