IDEAS home Printed from https://ideas.repec.org/a/mul/jhpfyn/doi10.1434-25119y2007i2p201-228.html
   My bibliography  Save this article

The Leniency Programmes in Italian Antitrust Law

Author

Listed:
  • Vincenzo Meli

Abstract

I programmi di clemenza ("leniency programmes") rappresentano, secondo l'opinione che va sempre più diffondendosi tra operatori e studiosi del diritto "antitrust", una svolta nella lotta ai cartelli. Come sottolineato dalla Commissione nella introduzione alla sua ultima Comunicazione relativa all'immunità dalle ammende o alla riduzione del loro importo nei casi di cartelli tra imprese, pubblicata l'8 dicembre 2006, "Per la loro stessa natura, i cartelli segreti sono spesso difficili da scoprire e da investigare senza la cooperazione delle imprese o delle persone che vi partecipano. Di conseguenza, la Commissione ritiene che sia nell'interesse della Comunità ricompensare le imprese implicate in questo tipo di pratiche illecite, le quali siano disposte a porre fine alla loro partecipazione ed a cooperare all'indagine condotta dalla Commissione stessa, indipendentemente dalle altre imprese coinvolte nel cartello. Il vantaggio che i consumatori e i cittadini traggono dalla certezza che le intese segrete siano scoperte e sanzionate è primario rispetto all'interesse d'infliggere sanzioni pecuniarie alle imprese che consentono alla Commissione di scoprire e vietare pratiche di questo tipo". Il 15 febbraio 2007, anche l'Autorità garante della concorrenza e del mercato, sulla scorta della previsione dell'art. 15, comma 2-bis, introdotto con il c.d. Decreto Bersani (d.l. 4 luglio 2006, n. 223, conv. in l. 4 agosto 2006, n. 248) ha diffuso una "Comunicazione sulla non imposizione e sulla riduzione delle sanzioni ai sensi dell'articolo 15 della legge 10 ottobre 1990, n. 287", varando così un proprio programma di clemenza che, nelle sue linee, si ispira alla comunicazione diffusa dalla Commissione nel 2006, nonché al modello predisposto nell'ambito dell'ECN (European Competition Network) al fine di agevolare il coordinamento dei programmi di clemenza adottati dalle autorità degli Stati membri. La disciplina così introdotta nell'ordinamento "antitrust" italiano, tuttavia, si discosta da tali riferimenti per taluni non secondari aspetti.

Suggested Citation

  • Vincenzo Meli, 2007. "The Leniency Programmes in Italian Antitrust Law," Mercato Concorrenza Regole, Società editrice il Mulino, issue 2, pages 201-228.
  • Handle: RePEc:mul:jhpfyn:doi:10.1434/25119:y:2007:i:2:p:201-228
    as

    Download full text from publisher

    File URL: https://www.rivisteweb.it/download/article/10.1434/25119
    Download Restriction: Access to full text is restricted to subscribers

    File URL: https://www.rivisteweb.it/doi/10.1434/25119
    Download Restriction: no

    As the access to this document is restricted, you may want to search for a different version of it.

    More about this item

    Statistics

    Access and download statistics

    Corrections

    All material on this site has been provided by the respective publishers and authors. You can help correct errors and omissions. When requesting a correction, please mention this item's handle: RePEc:mul:jhpfyn:doi:10.1434/25119:y:2007:i:2:p:201-228. See general information about how to correct material in RePEc.

    For technical questions regarding this item, or to correct its authors, title, abstract, bibliographic or download information, contact: (). General contact details of provider: https://www.rivisteweb.it/ .

    If you have authored this item and are not yet registered with RePEc, we encourage you to do it here. This allows to link your profile to this item. It also allows you to accept potential citations to this item that we are uncertain about.

    We have no references for this item. You can help adding them by using this form .

    If you know of missing items citing this one, you can help us creating those links by adding the relevant references in the same way as above, for each refering item. If you are a registered author of this item, you may also want to check the "citations" tab in your RePEc Author Service profile, as there may be some citations waiting for confirmation.

    Please note that corrections may take a couple of weeks to filter through the various RePEc services.

    IDEAS is a RePEc service hosted by the Research Division of the Federal Reserve Bank of St. Louis . RePEc uses bibliographic data supplied by the respective publishers.