Advanced Search
MyIDEAS: Login to save this paper or follow this series

Politiche orientate al bene comune e politiche attive del lavoro

Contents:

Author Info

  • Pierluigi Grasselli
  • Cristina Montesi
Registered author(s):

    Abstract

    La gravità della crisi economica che ha duramente colpito anche il nostro paese con pesanti ricadute sul versante della perdita di posti di lavoro (-380.000 occupati ed un tasso di disoccupazione che nel 2010 è salito all’8,8%) impone di ripensare le politiche del lavoro italiane, sia quelle passive che attive, per un recupero della loro incisività. Un mercato del lavoro che realizzi, tramite un mix appropriato di politiche passive ed attive, un’allocazione efficiente ed equa delle forze di lavoro può essere legittimamente considerato come una componente centrale del “bene comune” proponibile per un certo territorio ad un certo tempo, se il “bene comune” viene inteso come il complesso delle condizioni che consentono il perfezionamento dei singoli e della collettività. A questo scopo il paper si propone in primis di delineare quali sono in generale i requisiti in base ai quali un politica può essere considerata al servizio del «bene comune», tentando quindi di verificare se l’attuale configurazione giuridico-economica delle politiche attive italiane del lavoro (e, più in particolare, di quelle umbre) sia rispondente o meno a suddetti requisiti. Il vantaggio di questa analisi può essere duplice. Infatti, sia i problemi strutturali del mercato del lavoro italiano (ed umbro) sia le criticità che emergono dalla valutazione delle politiche attive del lavoro richiedono interventi correttivi che appaiono in linea proprio con i presupposti attribuibili ad un approccio orientato al bene comune. Inoltre, assumere coscientemente la prospettiva del bene comune con riferimento al mercato del lavoro (che dovrebbe diventare, per tale motivo, a maggior ragione più efficiente ed equo) può essere altrettanto importante in quanto favorisce l’acquisizione della consapevolezza del comune beneficio che ne deriva ai cittadini, nonché dello spessore etico richiesto in corrispondenza.

    Download Info

    If you experience problems downloading a file, check if you have the proper application to view it first. In case of further problems read the IDEAS help page. Note that these files are not on the IDEAS site. Please be patient as the files may be large.
    File URL: http://www.ec.unipg.it/DEFS/uploads/qd_85_web.pdf
    Download Restriction: no

    Bibliographic Info

    Paper provided by Università di Perugia, Dipartimento Economia, Finanza e Statistica in its series Quaderni del Dipartimento di Economia, Finanza e Statistica with number 85/2011.

    as in new window
    Length: 15 pages
    Date of creation: 01 Mar 2011
    Date of revision:
    Handle: RePEc:pia:wpaper:85/2011

    Contact details of provider:
    Postal: via Pascoli, 20 - 06123 Perugia
    Phone: +39 075 5855279
    Fax: +39 075 5855299
    Email:
    Web page: http://www.ec.unipg.it/DEFS/
    More information through EDIRC

    Related research

    Keywords: Bene comune; Politiche attive del lavoro;

    Find related papers by JEL classification:

    This paper has been announced in the following NEP Reports:

    References

    No references listed on IDEAS
    You can help add them by filling out this form.

    Citations

    Lists

    This item is not listed on Wikipedia, on a reading list or among the top items on IDEAS.

    Statistics

    Access and download statistics

    Corrections

    When requesting a correction, please mention this item's handle: RePEc:pia:wpaper:85/2011. See general information about how to correct material in RePEc.

    For technical questions regarding this item, or to correct its authors, title, abstract, bibliographic or download information, contact: (Ubaldo Pizzoli).

    If you have authored this item and are not yet registered with RePEc, we encourage you to do it here. This allows to link your profile to this item. It also allows you to accept potential citations to this item that we are uncertain about.

    If references are entirely missing, you can add them using this form.

    If the full references list an item that is present in RePEc, but the system did not link to it, you can help with this form.

    If you know of missing items citing this one, you can help us creating those links by adding the relevant references in the same way as above, for each refering item. If you are a registered author of this item, you may also want to check the "citations" tab in your profile, as there may be some citations waiting for confirmation.

    Please note that corrections may take a couple of weeks to filter through the various RePEc services.